Ig-Activ

Igactiv

Componenti e Caratteristiche

E. angustifolia e.s. 4%: dal punto di vista fitochimico questa pianta è
ricca di acidi organici e loro derivati. L’azione immunostimolante sembra
sia svolta dalla componente polisaccaridica mentre la componente
proteica sembra capace di incrementare l’attività dei linfociti T con
concomitante aumento della produzione di linfochine. Scientificamente
è stato provato che determina un aumento dell’attività di fagocitosi e del
numero di globuli bianchi del 20-30%. In particolare è stato evidenziato
che questa droga agisce nei confronti di infezioni batteriche e virali.

1,3-β-glucano da avena: la sua struttura polisaccaridica esplica
un’azione immunostimolante specifica perchè si lega ai macrofagi, nello
stesso tempo stimola attiva e aumenta la produzione dei Linfociti T e B.
Inoltre stimola la produzione di citochine, interleukine ed altri mediatori
chimici deputati a promuovere la risposta immunitaria determinando un
aumento della riparazione tissutale ed ha un’azione protettiva dell’organismo esplicando un’azione antibatterica, antivirale ed antitumorale.

Lattoferrina: e una glicoproteina che lega due atomi di Fe²+; è
presente nel latte materno e in molte secrezioni. Esplica: un’azione
immunostimolante promuovendo la crescita e la differenziazione dei
linfociti T helper, CD4, CD8 e dei linfociti B ed ha anche un ruolo
importante nella liberazione e regolazione di mediatori chimici chemio
tattici; un’azione antibatterica non rendendo disponibile il ferro libero,
essenziale per favorire la crescita dei batteri patogeni rendendoli così piu
vulnerabili all’azione degli antibiotici (es.: più facile eradicazione) dell‘
Helicobacter pylori ottenibile con l’assunzione di lattoferrina durante la
terapia antibiotica; un’azione antivirale: impedendo la fusione e la
penetrazione del virus nella cellula ospite; un’azione antiossidante:
chelando il ferro libero contrasta la formazione di radicali liberi e anche
un’azione antianemica: la capacità di questa glicoproteina di chelare il
ferro risulta essere benefica in quanto aumenta la biodisponibilità del
ferro stesso.

Resveratrolo: questa importante molecola, oltre a svolgere la ben nota
e importante attivita antiossidante, è anche in grado di determinare
un’azione di stimolazione della funzionalità immunitaria, sembra inibire
alcuni mediatori dei processi infiammatori e sembra anche in grado di
inibire la replicazione di alcuni virus. Ne risulta quindi un elemento
importante nell’attivazione del sistema immunitario in generale.

Zinco: e un micronutriente fondamentale per lo sviluppo normale
dell’organismo dell’uomo. Molti enzimi hanno tra i loro costituenti lo
Zinco che ne regola l’attività: è dotato della capacità di tenere unite le
subunità molecolari stabilizzando la stmttura proteica. ln ambito del
sistema immunitario alcune sue funzioni sono regolate dalla presenza di
questo microelemento la cui carenza determina un indebolimento delle
difese immunitarie ed aumento delle patologie infettive. Importante la

sua azione concomitantemente alla presenza di vitamina C ed Echinacea.

Vitamina C: come ben noto questa vitamina possiede svariati ruoli tra
cui aumenta la resistenza dell’organismo, rafforza e stimola la funzione
del sistema immunitario, distrugge i radicali liberi e previene la
degenerazione cellulare (fra cui il processo di invecchiamento) nonchè
partecipa ai processi di respirazione cellulare. La vitamina C ha un ruolo
rilevante nella rimarginazione delle ferite e delle ustioni perchè facilita la
formazione del tessuto connettivo delle cicatrici, favorisce l’assorbimento del ferro, previene l’accumulo di istamina (responsabile di allergie) e
modula la produzione ed attività delle prostaglandine (mediatori dei
processi infiammatori).

Impiego

Ig-Activ è consigliato per favorire la fisiologica
funzionalità delle difese immunitarie contro batteri, virus ed
agenti patogeni, è in grado di agire sulle IRR — IRA respiratorie,
sul Papilloma virus, (Condilomi e Verruche), su Afte, Alitosi,
Stomatiti, Gengiviti, Glossiti, Candidosi orofaringee, Herpes e
congiuntiviti virali, sciogliendone una busta direttamente in
bocca; inoltre può essere usato come cicatrizzante negli
interventi eseguiti nella cavità orale (maxillo-facciale) e nei
portatori di apparecchi ortodontìci e dentiere.

Modalità d’uso

Adulti:

  • 1° mese: 1 o 2 bustine al giorno o secondo necessità da
    sciogliere direttamente in bocca o in mezzo bicchiere di
    acqua o in un pò di latte tiepido
  • Successivamente: 1 bustina a
    giorni alterni o 1/2 bustina tutti i giorni. Da consumare preferibilmente lontano dai pasti.
  • Bambini:

  • Dai 3 anni in su il 1° mese: 1 bustina al giorno
  • Successivamente: 1 bustina a giorni alterni o 1/2 bustina al giorno.
  • Non contengono lattosio e glutine

    Confezione

    Astuccio con 30 bustine da 3 g

    2014 - Sito Web Realizzato da Roberto Caputo